Nessuno

Oltre al limite cosa esiste?
Esiste il caos, o è il caos che sto sopportando.
Ormai questo caos è talmente quotidiano che sta diventando normalità.
Cerco di fuggire, nel caso che il caos mi sfugga dal controllo.
Me la prendo spesso contro il dolore che a nessuno è lecito sopportare.
Parlo di quel dolore che ti logora piano piano, oppure che agisce fulmineo lasciandoti in uno stato misero e compassionevole.
Peggioro le persone sparando sentenze a caso, sperando di risultare ai miei occhi migliore.
Lo chiamo il gioco del clown, per nulla divertente, che se la spassa a farmi passare da imbecille ad ogni parola che pronuncio.
Questo clown non è per niente ragionevole e si ostina nel portarmi a spasso per la città, sperando che io mi stanchi in fretta della sua compagnia.

di Claudia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*