Archivi categoria: POST ATTITUDINALI

Cuore

Colore, viaggio e spazio.
Creo immagini con la mente e con le emozioni ci parlo.
Urlo di gioia, mi libero la gola.
Mi stringo forte a te e piango.
Forse dovrei andare via e non vivere mai più per non conoscere che cos’è l’amore.
Panico tra le ossa, a denti stretti, e come una vigliacca ti rimango a fianco lasciandomi consumare il volto.

di Claudia

Cenere

Tensione e sudore, cavalli bizzarri al pascolo per le strade.
La prigione perde fuoco.
In cielo stelle, e la luna si frammenta, si spezzetta finemente come vetro sottile.
Nell’aria insetti appiccicosi e neri inseguono donne, vecchi e bambini.
Gli uomini braccati da cani che mostrano i denti aguzzi.
Tamburi e tuoni ancora nelle tenebre scandiscono questo incubo, mentre la fantasia che non è più ricca, decade e diventa paura.

di Claudia

Nessuno

Oltre al limite cosa esiste?
Esiste il caos, o è il caos che sto sopportando.
Ormai questo caos è talmente quotidiano che sta diventando normalità.
Cerco di fuggire, nel caso che il caos mi sfugga dal controllo.
Me la prendo spesso contro il dolore che a nessuno è lecito sopportare.
Parlo di quel dolore che ti logora piano piano, oppure che agisce fulmineo lasciandoti in uno stato misero e compassionevole.
Peggioro le persone sparando sentenze a caso, sperando di risultare ai miei occhi migliore.
Lo chiamo il gioco del clown, per nulla divertente, che se la spassa a farmi passare da imbecille ad ogni parola che pronuncio.
Questo clown non è per niente ragionevole e si ostina nel portarmi a spasso per la città, sperando che io mi stanchi in fretta della sua compagnia.

di Claudia

Alcol

Più in alto del sole, più in alto del Re.
Ossigeno, chiedo ossigeno nelle vene, e voglio bere altro vino rosso.
Voglio che tanto vino rosso mi scenda dalla bocca e raggiunga le mie vene.
Ho voglia di ridere, ridere tanto da perdere il fiato e voglio dimenticare chi sono.
Ho bisogno di innamorarmi di nuovo, di crescere con idee migliori.

di Claudia

Animali nella notte

Questo eterno girovagare su e giù per le strade buie e deserte di questa notte, mi porta ad analizzare quello che ancora ho da fare.

Sto cercando di stabilire nel silenzio un piano da realizzare.

Mi armo di buoni propositi, di futuri traguardi, e tutto ciò che mi circonda scorre lì, fuori dalla macchina in corsa, come se mi guardasse.

Pretendere di arrivare sempre alla fine mi porta ad un bivio, ma voglio reagire.

Ho freddo e nessuno mi scalda, la pace mi attende al varco come se conoscesse i miei guai.

Ho voglia di tornare a casa, adesso sono stanca e non ho pù voglia di ragionare.

 

di Claudia

Pensiero della sera

Pensiero della sera

Fuori dal tunnel,

sogno chiappe di fantasia,

corde del dna,

desidero di caduta,

geometria di odio,

sopraffazione di valori,

mascelle della storia,

entroterra di caverne ed odio,

verso avversari e vinti,

immortale conformismo dell’essere ed apparire,

fine della storia sul quaderno,

dottrina di tutto ha un prezzo,

disastro del coraggio e di spargimento di sangue,

del piero e odio per il desiderio infranto,

sudore di pietra e di schiavi ,

guerre di disastro e del nulla e

caduta nel nulla e nel desiderio.

 

Laboratorio Prima Pagina

Dimensione

Dimensione.

E’ una cosa chimica.

Il legame che il mio cervello cerca non è un’invenzione, o una fatale distrazione, ma solo una richiesta di fare l’amore.

Nella mia evoluzione non trovo una facile soluzione.

Mi metto al livello della mia agonia, e cado vittima del terrore, cercando disperatamente di risolvere l’errore.

 

di Claudia